Home -> asia -> Io, l’Asia e Tiziano Terzani: Un indovino mi disse

Io, l’Asia e Tiziano Terzani: Un indovino mi disse

Non avevo mai letto nulla di Tiziano Terzani ma ne ho sempre sentito parlare sopratutto tra gli appassionati di viaggi e di letteratura di viaggio. Io ero una grande lettrice…dico ero perchè crescendo e con la nascita del mio primo figlio, ho molto meno di tempo da dedicare alle mie passioni di quanto non abbia fatto in gioventù. Però i libri continuano ad essere uno dei miei passatempi preferiti e appena posso mi rifugio tra pagine di carta (ebbene si, ho il kindle ma amo ancora i libri veri!!!). Leggo spesso i post del gruppo facebook Exploreading e si parla spessissimo di Terzani, talmente tanto da farmi chiedere “ma cosa avrà di speciale”? Ho quindi chiesto all’interno dello stesso gruppo con quale libro iniziare ed in coro quasi tutti mi hanno risposto Un indovino mi disse.

Un indovino mi disse – Tiziano Terzani

E allora eccomi qui. A fine lettura. A ringraziare chi mi ha dato questo consiglio anche se, nonostante tutto, non so se leggerò altri sui libri. Non fraintendetemi, Terzani ha una penna fantastica. Leggere le sue parole ti catapulta immediatamente in luoghi e situazioni facendoti sentire parte di una cultura e di una epoca diversa, quella dell’Asia degli ultimi decenni dello scorso secolo. Ma, è proprio questo quello che non mi riporterà da lui, e so già che in molti criticheranno questa mia decisione.

un indovino mi disse

Io e l’Asia

Un indovino mi disse mi è piaciuto molto, non solo per il fluire sciolto del testo, ma per avermi fatto quasi vedere popolazioni così diverse da quelle a cui sono abituata: la Malesia, la Cina, la Thailandia…natura, cultura, tradizioni, voglia di “occidentalizzazione”, problemi, sviluppo economico, esoterismo etc… Mi ha incuriosito molto, citando una marea di luoghi che non avevo mai sentito nominare in vita mia. Perchè ecco, io e l’Asia non siamo propriamente amici. Ammetto, guardando foto in rete, di aver più volte pensato che esistono dei luoghi magici in Asia ma non sono in cima alle mie priorità di viaggio. So, da chi c’è stato, che Asia ed Africa lasciano addosso un marchio indelebile, ma io al momento mi sento più attratta dall’America, dalla Nuova Zelanda, dalla stessa Europa piuttosto che dall’Asia, ad eccezion fatta del Giappone che mi attira moltissimo!

So bene che mi sto precludendo una parte di mondo che ha da offrire tantissimo, sia a livello naturalistico che culturale, ma, nonostante io sia affascinata da culture così diverse, non riesco a mettere in programma viaggi in Asia: non so bene perché, non ho nessun pregiudizio o preconcetto. Semplicemente sogno l’America. E mentre la sogno (ci sono stata solo una volta) mi dedico all’Europa. Tutto qui.

Leggere Un indovino mi disse non ha fatto altro che confermare questa mia attuale predisposizione. Magari un giorno cambierò idea. Ma per il momento è stata una lettura interessante ma fin troppo lontana da me e che, nonostante tutto, non mi spinge a cambiare opinione. Chissà, forse un giorno ci ripenserò e mi sembrerà assurdo aver ragionato fino ad oggi così. Chi lo sa. Mai dire mai. Per ora il libro di Tiziano Terzani finisce il libreria, mi ha piacevolmente accompagnata per la prima parte della mia estate, e non mi resta altro che passare alla prossima lettura!

 

Seguimi

2 commenti

  1. Condivido il tuo punto di vista: io ho adorato quel libro perché sogno l’Asia più classica, mentre mi sento un po’ meno attratta dal Giappone, mi sono segnata i posti che voglio vedere e so che porterò quel libro come un tesoro con me quando finalmente ci andrò. Ma se quei posti non li sogni probabilmente perde un po’ di fascino, anche se rimangono innegabili le sue capacità di scrittura e analisi!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Ti potrebbe interessare anche

le avventure di emilì

Le avventure di Emilì su e giù per il Monferrato

Non conoscevo la zona del Monferrato e i comuni che ne fanno parte. Non ho mai progettato un viaggio in quella zona…almeno non ancora… ma ...