Home -> #inviaggiocoiblogger -> Visitare Tokio: i consigli di #inviaggiocoiblogger

Visitare Tokio: i consigli di #inviaggiocoiblogger

Visitare culture completamente diverse dalla nostra è una delle cose che mi spinge di più a viaggiare; scoprire come vivono, cosa mangiano, come trascorrono le loro giornate, a quali tradizioni sono particolarmente legati… fa tutto parte del viaggio, così come lo intendo io. Ed il Giappone è certamente uno dei luoghi che stuzzicano maggiormente la mia fantasia. In attesa di organizzare un viaggio nel paese del Sol Levante, ho chiesto agli amici di #inviaggiocoiblogger consigli utili per visitare Tokio!

Visitare Tokio

Immergersi in un onsen è un’esperienza assolutamente da fare in un viaggio in Giappone. Da Tokyo si possono fare alcune escursioni di una giornata verso località di montagna dove immergersi nelle vasche bollenti circondate dalla natura. Ma se il tempo a disposizione è poco, si può comunque fare questa rilassante esperienza sull’isola artificiale di Odaiba, magari andandoci al termine di un’intensa giornata di camminate tra i grattacieli della megalopoli. L’Oedo Onsen Monogatari è un complesso termale che riproduce l’atmosfera dell’antica Edo, nel quale si gironzola esclusivamente in Yukata, prima di immergersi nelle vasche bollenti esterne ed interne.
Il Monte Takao è una delle gite più amate dagli abitanti di Tokyo, specialmente nel periodo autunnale per gli splendidi colori che regala. Una perfetta gita per fare del trekking leggero nella natura. A circa un’ora dal centro, ci si trova immersi in una dimensione completamente diversa dalle luci al neon e alla folla di passanti tipiche dei quartieri centrali…eppure, il Monte Takao si trova ancora a Tokyo!!
Il mio consiglio speciale? Semplicemente vivere questa città, di giorno ma soprattutto di notte andando alla ricerca delle illuminazioni di Shinjuku e dei ristoranti caratteristici di Golden Gai. Dormire in Ryokan per esempio può essere un valore aggiunto al viaggio, ti permetterà di avvicinarti di più a questo popolo meraviglioso. Non visitare Tokyo come fanno molti, alla ricerca di cose bizzarre e strane. Il popolo Giapponese è culturalmente distante da noi, diverso, ma non strano.
Tokyo è davvero una città in cui è impossibile annoiarsi. Con un’area urbana che è 20 volte quella di Milano e quasi 10 milioni di abitanti, capite bene che per visitare e comprendere Tokyo forse non basta una vita! Noi eravamo abbastanza scettici eppure Tokyo ha saputo davvero sorprenderci.
A Tokyo troverete il Giappone in tutte le sue anime, quella più tradizionale fatta di templi bellissimi come il Sensō-ji o il Meiji Jingu e di quartieri tranquilli e soporiferi come Yanaka, quella moderna fatta di luci e grattacieli a Shibuya e Shinjuku, troverete l’anima ludica ad Odaiba e Akihabara, quella efficiente degli Shinkansen e delle mille metropolitane, troverete ristoranti di ogni tipo e mercatini che vendono le cose più svariate. Potrete anche tornare bambini con un salto a Disneyland o entrando in una delle mille sale giochi. Tokyo è anche un’ottima base di partenza per piacevoli escursioni fuori porta a Nikko, a Kamakura o al mitico Fuji-san.

Il Giappone è una delle nazioni che ho visitato in cui è più evidente la convivenza tra tradizione ed innovazione e questa dicotomia, se possibile, è ancora più enfatizzata nella capitale del Sol Levante, Tokyo.
E’ vero che Tokyo è molto cara? È vero che è molto facile perdersi? E’ vero che si mangia solo sushi? E’ vero che è impossibile socializzare con i locals? Scopri qui come ho sfatato questi 4 miti.
Un esempio? Ad Akihabara Electric Town o Akiba (come la chiamano i locali), nel distretto di Chiyoda, è possibile acquistare apparecchiatura elettronica, videogiochi, anime (film d’animazione giapponesi) e manga (fumetti giapponesi) a prezzi iperconvenienti (spesso persino molto più economici che in Italia).

Se poi vuoi scoprire la varietà della cucina giapponese, talmente tanto vasta che si può provare per un mese intero cibo sempre differente, parti con me per un viaggio nei sapori del Sol Levante.

http://aritravelplan.com/2013/09/cucina-giapponese/

Per chi visita Tokyo nel periodo natalizio, ViaggioloGi consiglia un’avventura da veri giapponesi: partecipare al saluto dell’imperatore e annessa visita ai giardini imperiali. Non mancate se siete in città il 2 gennaio!

https://www.viaggiologi.it/2015/11/17/tokyo-a-capodanno-visita-al-palazzo-imperiale

Ve lo dico subito: per visitare Tokyo non basta una sola volta! La megalopoli giapponese è realmente immensa ma per fortuna ha un ottimo sistema di metropolitane, che rendono facile spostarsi da una parte all’altra. Il mio consiglio per Tokyo? Focalizzatevi e visitate un quartiere alla volta, senza l’ansia di voler vedere tutto e subito. Abituatevi alle abitudini ed ai ritmi diversi, scoprite le particolarità della città, i suoi parchi curati nel dettaglio, i mega centri commerciali. Fatevi rapire dalle luci di Akihabara, dall’odore di incenso che si spande nei templi, dal caos organizzato del mercato di Tsukiji. Assaggiate ramen e gyoza nei piccoli ristorantini familiari, salite sull’altissima torre Sky Tree Tower, prendete un treno e raggiungete la vicina Nikko per vedere i suoi famosi templi. Tokyo riuscirà a stupirvi e ben presto sarà per voi, come lo è per me, la città più bella del mondo! Se andate a Tokyo nel periodo delle festività natalizie troverete la città piena di luminarie e per il Capodanno recatevi al tempio Meiji-Jingu, che viene visitato da milioni di giapponesi per propiziarsi l’anno che inizia.
http://bussoladiario.com/2017/07/cosa-si-fa-il-primo-dellanno-in-giappone.html

Daikanyama è uno dei quartieri più trendy e alla moda di Tokyo, frequentato dagli hipster e tendenzialmente poco turistico. Si tratta di un quartiere dall’atmosfera molto rilassata dove troverete i negozi di tendenza (dai prezzi spesso improponibili). Questo è il quartiere dello shopping con boutique di design pretenziose e abbastanza costose, ma anche molto curate e insolite. Non mancano i negozi particolari come Junie Moon, interamente dedicato alle Blithe Dolls, o come il T-site, un complesso che accoglie al suo interno anche la famosissima libreria Tsutaya. In giro per Daikanyama troverete infine tanti bar e localini di tendenza dove rifocillarvi tra una sessione di shopping e l’altra.

http://onetwofrida.com/2017/12/15/daikanyama/

Se ti è piaciuto il post “Visitare Tokio: i consigli di #inviaggiocoiblogger” condividilo sui social e non perderti il prossimo appuntamento! Parleremo di… Torino!!
p.s.: se sei un blogger, non necessariamente di viaggio e hai suggerimenti (su luoghi, cibo, cucina, negozi, libri etc…) su Torino, contattami in privato! Ed inscriviti al gruppo facebook creato appositamente per #inviaggiocoiblogger!
Seguimi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Ti potrebbe interessare anche

Pasqua nel Mondo

Pasqua in Italia e nel mondo: i consigli di #inviaggiocoiblogger

Dopo aver attraversato tutto lo stivale parlando delle feste e delle usanze di Pasqua da vivere con bambini e ragazzi, oggi è il turno di ...

Hanami a Roma: un po’ di Giappone al laghetto dell’Eur

Dovrebbe essere già primavera anche se le temperature ancora abbracciano più un clima invernale che primaverile. Ma oggi è finalmente spuntato un raggio di sole ...