Home -> danimarca -> Dragor: antico villaggio di pescatori vicino Copenaghen

Dragor: antico villaggio di pescatori vicino Copenaghen

Dragor è un piccolo e antico villaggio di pescatori situato sull’isola di Amager a circa mezz’ora di distanza da Copenaghen. Storicamente si tratta di uno dei centri principali per la pesca delle aringhe. Proprio per la vicinanza con la capitale danese (e per la facilità nel raggiungerla – bus 305 dal centro città e bus 35 dall’aeroporto-, nonché per le dimensioni ridotte) è possibile organizzare in questa località escursioni di circa mezza giornata.
Tra l’altro, Dragor è sulla stessa isola su cui sorge l’Aeroporto di Kastrup quindi potrebbe essere una buona idea visitare il borgo in occasione di arrivi e partenze in Danimarca.

Dragor Dragor Dragor

Una passeggiata a Dragor

La particolarità di Dragor è legata al suo essere rimasta un po’ fuori dal tempo. Passeggiare nei suoi vicoli silenziosi ed acciottolati vi darà una idea delle architetture e della vita tipica danese: piccole case gialle, ornate di fiori profumati, percorsi in pavè, un porticciolo ed una piccola spiaggia.

Dragor Dragor Dragor Dragor

Da qui è possibile ammirare il ponte di Oresund, che unisce Copenaghen a Malmo, congiungendo, mediante 16 km di tratta stradale e ferroviaria, la Svezia e la Danimarca. Il ponte ha un breve tratto sottomarino che, a vederlo dall’alto, gli regala un aspetto davvero singolare.

Noi siamo stati a Dragor durante la nostra Crociera sul Mar Baltico, ed abbiamo avuto modo di passeggiare tra le sue vie e di fermarci a bere un caffè e assaggiare un dolcetto tipico alla cannella!

Dragor Dragor Dragor

Curiosità su Dragor

Una curiosità: alle finestre, oltre a degli specchi che permettono a chi si trova in casa di curiosare in strada senza esser visto, troverete piccoli animali di ceramica con una funzione molto particolare. A seconda di come venivano disposti, ossia in direzione strada o in direzione casa, indicavano la presenza o meno del marinaio padrone di casa… si dice che questo metodo era molto usato dalle giovani mogli che dovevano in qualche modo “intrattenersi” durante le assenze prolungate dei mariti. Sarà vero? Chi lo sa! Ma le finestre sono sicuramente una delle cose più pittoresche e caratteristiche del borgo di Dragor!

Dragor Dragor Dragor

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Ti potrebbe interessare anche

Copenaghen in un giorno

Copenaghen in un giorno: il fotodiario

Siamo già stati a Copenaghen durante la nostra #EstateAlFresco e abbiamo dedicato alla capitale danese circa 3 giorni, forse nemmeno sufficienti, almeno per i nostri ...

#EstateAlFresco: giorno 16

Oggi è il nostro ultimo giorno di viaggio. E’ triste pensare che questa avventura sia oramai finita. Siamo così carichi di immagini e di emozioni ...