Home -> diari di viaggio -> Natale a Novosibirsk, capoluogo della Siberia

Natale a Novosibirsk, capoluogo della Siberia

La Russia, il Paese che nel 2018 ospiterà i Mondiali di Calcio, ha delle tradizioni molto diverse dall’Italia per ciò che riguarda le festività invernali come il Natale e il Capodanno.

Mi chiamo Alessandra. Sono la founder di Italia Russia Corner, un blog che parla di legami tra le due culture e spiega la Russia agli italiani. Sono nata a Milano, ma metà del mio cuore appartiene alla candida e siderale Novosibirsk, la città natale di mia madre. È il capoluogo della Siberia, nonché la terza città russa più grande dopo Mosca e San Pietroburgo. Se avete viaggiato in Transiberiana, sicuramente vi siete fermati anche qui e avete osservato la vastità del fiume Ob, l’arteria principale di Novosibirsk. Lo sapevate che d’inverno si ghiaccia e in certi giorni ci si può addirittura camminare sopra?

Natale a Novosibirsk

Io, per diversi anni, ho passato sia l’estate che l’inverno in quest’angolo di paradiso quasi sovietico, ma la stagione che mi è rimasta più impressa è quella più morbida, profumata, bianca e eterea, pungente.

Natale a Novosibirsk

L’inverno a Novosibirsk è nei termometri che segnano -30°C. A Novosibirsk sotto Natale la neve decora gli abeti piantati per strada nei giorni più caldi. Mentre in quelli più freddi sui marciapiedi c’è il ghiaccio che, come un bambino birichino, fa gli sgambetti ai passanti. I riscaldamenti d’inverno sono accesi costantemente nei luoghi chiusi.
Natale a Novosibirsk

In Russia Natale non cade il 25 dicembre, ma il 7 gennaio. Gli ortodossi seguono l’antico calendario giuliano e ogni festività si celebra 13 giorni più tardi. Capodanno è la notte tra il 31.12 e il 1° di gennaio. Ma poi c’è Staryj Novyj God, ovvero Vecchio Nuovo Anno, il Capodanno ortodosso, che si festeggia il 13 gennaio. Babbo Natale in Russia si chiama Ded Moroz, tradotto Nonno Gelo. È sempre accompagnato da quella che nella filologia slava è vista come sua nipote: Sneguročka, la Fanciulla delle Nevi. Secondo la tradizione russa questi due personaggi sono vestiti di bianco e di blu, i colori dell’inverno russo. Portano i doni ai bambini, danzano attorno all’albero di Natale raccontano filastrocche per divertire i loro piccoli ospiti durante le cerimonie. La festa più amata dai russi resta il Capodanno. Si passa in famiglia o tra amici. Si mangia tutti attorno a un tavolo, si brinda alla vita, alla salute, all’amore. Allo scoccare della mezzanotte si esce di casa a scoppiare i botti. Ci si arma di slittino e si va a scivolare sulle montagnette di neve e di ghiaccio.

Natale a Novosibirsk

Il ghiaccio, insieme alla neve, è il vero protagonista dell’inverno russo. Qui siamo in Piazza Lenin, il fulcro della vita mondana di Novosibirsk. In mezzo a una pista di pattinaggio allestita di fronte al Teatro dell’Opera e del Balletto troviamo delle sculture di ghiaccio. Non sono le uniche in città. Novosibirsk sotto Natale ne accoglie a migliaia. L’amministrazione organizza addirittura dei contest per premiare il cortile invernale più bello, decorato da queste statuine di acqua allo stato solido. Sulla Naberežnaja, ovvero la riva dell’Ob, a Novosibirsk d’inverno allestiscono uno spazio ricreativo con degli scivoli fatti di ghiaccio. Tutti i bambini sono felici di andarci e giocare per tutto il giorno.

Natale a Novosibirsk

Ma come ci si scalda d’inverno in Siberia? Innanzitutto ci si copre bene per uscire di casa. Si indossano indumenti termici se ce n’è bisogno. Si coprono bene le estremità: testa, gola, mani, piedi. I russi si cambiano una volta entrati in un luogo chiuso. Che sia il bar o il supermercato, la scuola o il posto di lavoro, c’è sempre una stanza adibita a guardaroba. La bevanda preferita dai russi è sicuramente il té. Quello che vedete in foto, infatti, è la tisana di ablipikha, una bacca che in Siberia è onnipresente. In italiano si chiama olivello spinoso.

Natale a Novosibirsk

La vita di Novosibirsk si anima lungo la Prospettiva Rossa, Krasnyj Prospekt. È il vialone centrale della città, lungo 7 km, con una strada a otto corsie, quattro per ogni senso di marcia. Ospita teatri, musei, università, negozi, locali, centri commerciali. Novosibirsk è una città intrisa di storia, simbolo del futurismo russo. Io la farei patrimonio UNESCO, come il Lago Bajkal, i Monti Altaj e i Vulcani della Kamčatka. Le vie e i palazzi hanno ancora i nomi dei personaggi più famosi dell’Unione Sovietica. Nella piazza centrale si erge fiero un monumento a Lenin. Poi c’è il Teatro Majakovskij, il Palazzo della Cultura che porta il nome di Gorkij. I riferimenti al patrimonio culturale lasciato dall’URSS a Novosibirsk sono veramente infiniti.

Natale a Novosibirsk

Ma ora parliamo di contemporaneità. È inverno, fuori fa freddo. La vita a Novosibirsk non si ferma, anzi, è la stagione migliore per visitare questa città. Le piste di pattinaggio in Piazza Lenin, il Teatro dell’Opera e del Balletto, i locali serali nelle traverse di Krasnyj Prospekt sono solo alcuni dei luoghi di cultura e divertimento che offre Novosibirsk. Il capoluogo siberiano, infatti, ospita un acquario enorme e all’avanguardia con diverse centinaia di specie di animali marini. Un altro luogo assolutamente da visitare è l’aquapark. È il più grande di tutta la Russia, nonché uno dei più grandi del mondo. L’ingresso costa veramente poco e c’è da fare per una mezza giornata almeno. Al suo interno ci sono piscine, scivoli di ogni sorta, ma c’è anche un’intera area dedicata al wellness & spa. Potete rilassarvi tra una scivolata e l’altra con 15 minuti di banja russa o un bagno in una vasca con idromassaggio.

Testo e foto di Alessandra Schirò
Italia Russia Corner: www.italiarussiacorner.com
Facebook Page: https://www.facebook.com/italiarussiacorner/

Seguimi

1 Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Ti potrebbe interessare anche

Arezzo Città del Natale 2018

Quando abbiamo prenotato il nostro weekend ad Arezzo, circa un mese prima della partenza, non avevamo idea che avremmo trovato già i mercatini di Natale, ...

San Pietroburgo in un giorno 16

San Pietroburgo in un giorno: il fotodiario

Lo scalo a San Pietroburgo è il vero motivo per il quale ho scelto la crociera nel mar baltico tra le tante possibilità offerte. Mi ...