Home -> enoteca -> Visita alla Cantina del Castello di Torre in Pietra

Visita alla Cantina del Castello di Torre in Pietra

Sono diversi mesi che Corrado cerca di prenotare una visita alla Cantina del Castello di Torre in Pietra tramite un coupon che gli è stato regalato oramai oltre un anno fa, e che prevede una visita guidata ed una degustazione dei loro vini. E’ difficile trovare con chi gestisce gli appuntamenti un accordo, dovendo andare per forza di sabato (in settimana lavoriamo) e non ricevendo spesso risposte adeguate. In effetti ci rendiamo da subito conto che qualcosa non è totalmente ben gestito. Ad ogni modo, dopo un po’ di peripezie ed un lungo scambio di mail, otteniamo un appuntamento per sabato 13 Giugno. Non so cosa aspettarmi da questa visita, ne sono contenta ma penso che alla fine berremo due bicchieri di vino e basta.
Non avrei potuto sbagliarmi più di così, almeno da un certo punto di vista.
Inizio dicendo che la strada per arrivare alla Cantina è fantastica, completamente circondata da verde e così surreale da farti dimenticare il caos della vicinissima Roma (Torrimpietra dista circa 40 km da casa mia). Arrivati lì, parcheggiamo la macchina nell’ampio spiazzo. Il clima che si respira è quello di una campagna e quest’aria mi rende improvvisamente serena. Entriamo nella parte della cantina dedicata alle vendite e dopo poco ci rendiamo conto che i due ragazzi sono superindaffarati (sono molti i ristoratori ed i privati che acquistano qui il vino sfuso) e sopratutto non sono stati preallertati del nostro arrivo!! Peccato, tanta disorganizzazione in un posto che, anche così a prima vista, meriterebbe una maggiore attenzione (e anche più pubblicità e più visite!).

IMG_6344_401x602 IMG_6345_401x602 IMG_6346_401x602 IMG_6347_401x602 IMG_6348_602x401 IMG_6349_401x602 IMG_6350_401x602 IMG_6351_401x602 IMG_6352_401x602 IMG_6353_602x401 IMG_6355_401x602
Nonostante questo, i due ragazzi, gentilissimi, cercano di capire come risolvere la situazione, provano a contattare la persona che ci aveva dato appuntamento, con scarsi risultati, e per non rimandarci indietro, chiedono ad un signore che noi supponiamo inizialmente lavorare lì, di accompagnarci lui nella visita mentre loro ci preparano qualcosa per la degustazione.
Lui, gentilissimo, accetta, nonostante non lavori lì. Ci avverte infatti che non sarà in grado di raccontarci tutti i numeri esatti della cantina. In realtà, numeri a parte, è preparatissimo! Vive lì accanto da quando è nato e suo padre lavorava per la Cantina, quindi conosce tutto del processo di lavorazione del vino, sia come avveniva in passato, sia le nuove metodologie. Insieme a lui visitiamo le diverse sale, dove l’uva viene lavorata e raccolta, la Cantina vera e propria, dove le diverse tipologie di vino vengono conservate ed invecchiate fino al momento dell’imbottigliamento e dell’etichettatura (altra saletta che visitiamo). Molto bella la Cantina, scavata nella roccia, con un freddo ed un sistema di areazione naturale praticamente perfetto. Alcune botti sono rimaste quelle storiche in legno, altre oramai marcite sono state sostituite dal cemento vetrificato o, più recentemente, dall’acciaio.
La nostra guida improvvisata ci racconta che l’enologa che lavora a Torre in Pietra ha prodotto quest’anno un rosato che ha vinto diversi premi, e che stanno tentando di aprire lì un ristorante, mentre ora si dedicano solo ad eventi su prenotazione.

IMG_6356_401x602 IMG_6357_401x602 IMG_6358_401x602 IMG_6359_401x602 IMG_6360_401x602 IMG_6361_401x602 IMG_6362_602x401 IMG_6363_602x401 IMG_6364_602x401 IMG_6365_602x401 IMG_6366_602x401 IMG_6367_401x602 IMG_6368_602x401 IMG_6369_401x602 IMG_6370_401x602 IMG_6371_401x602 IMG_6372_401x602 IMG_6373_401x602 IMG_6374_602x401 IMG_6375_602x401 IMG_6376_401x602 IMG_6377_401x602
Finita la visita torniamo al punto di partenza, e nella bellissima cantina scopriamo che i due ragazzi hanno allestito un tavolinetto di legno con sopra un piatto di affettati e formaggi di capra, delle olive, bruschette con olio ed i nostri calici, già pronti per la degustazione. E’ bellissimo, pranzare lì, nella grotta, tutta per noi. Ci accendono uno schermo con foto d’epoca della stessa cantina e dei vitigni. Sono davvero attentissimi con noi. Ci fanno assaggiare un rosso, chiamato Amor (palindromo di Roma  🙂 ), un bianco senza solfiti (particolarissimo, dato che ora è quasi impossibile trovarne, con lo svantaggio di doverlo consumare entro un certo numero di mesi) ed un Vermentino. Sono tutti e 3 ottimi. Pranziamo con calma, assaporando ogni istante, in totale relax. Non beviamo molto, dovendo guidare, e ci ripromettiamo sia di tornar qui che di visitare qualche altra cantina aggiungendo un pernottamento, in modo da poterci lasciare andare un po’ di più ai piaceri del vino.

IMG_6378 IMG_6379_602x401 IMG_6380_602x401 IMG_6382_401x602 IMG_6383_401x602 IMG_6384_602x401 IMG_6385_401x602 IMG_6386_602x401 IMG_6387_602x401
Terminiamo la degustazione, compriamo qualche bottiglia per casa (una ce la regalano i due ragazzi), ci congratuliamo con loro sia per il posto che per la loro disponibilità, scusandoci di nuovo per il disagio, pur non avendolo causato noi. Andiamo via, soddisfatti della nostra mattinata e dispiaciuti di quanto poco sia valorizzata una esperienza così bella. Sarebbe bello pubblicizzarla un po’ e riuscire ad organizzare con loro eventi più ampi, visite guidate e degustazioni con un numero maggiore di persone. Ne varrebbe davvero la pena.

IMG_6389_602x401 IMG_6390_602x401 IMG_6392_602x401

Torre in Pietra: Contatti Utili

http://www.castelloditorreinpietra.it/cantina/home.htm
Via di Torrimpietra, 247, 00050 Torrimpietra RM
Seguimi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Ti potrebbe interessare anche

Monterano

Monterano, borgo fantasma e set cinematografico

Da poco più di un mese non siamo più in due nella vita e, di conseguenza, a viaggiare. Essere madre ha sconvolto la mia esistenza: ...

Cosa vedere a Viterbo

Cosa vedere a Viterbo, la città dei Papi

Siamo stati a Viterbo durante il nostro weekend tra Lazio ed Umbria, incuriositi da questa città così vicina a Roma ma turisticamente non molto nota. ...