Home -> diari di viaggio -> Castro: borgo meraviglioso del Salento leccese

Castro: borgo meraviglioso del Salento leccese

Dopo avervi raccontato il nostro itinerario di quattro giorni in Salento, non potevo non iniziare i post più di dettaglio da uno dei luoghi che mi ha maggiormente colpito: il borgo di Castro Superiore. Difficile dirvi cosa in particolare ha attirato la mia attenzione, se il panorama sul golfo, i vicoli fioriti, la gente sorridente, la Chiesa Bizantina, il Castello e la cura con cui ci è stato raccontato, l’aperitivo vista mare… è un po’ l’insieme di tutto questo e l’aria di calma e di serenità che, sopratutto in bassa stagione si respira (suppongo che d’estate il paese venga preso d’assalto), l’idea di vita in un piccolo borgo, i bambini vestiti per la loro Prima Comunione, gli abitanti che si recano al bar a fare quattro chiacchiere e mangiare un gelato… mi è piaciuto tutto di Castro, tanto che dall’idea iniziale di trascorrere qui giusto una mezz’oretta ci siamo rimasti tutta la mattina, fino a dopo pranzo!

Cosa vedere a Castro

Abbiamo così avuto modo di gironzolare per le vie del borgo con calma, fermandoci ad assaporare ogni suo angolo e restando ammirati dalla sua vista stupenda: Castro domina una scogliera con un mare limpido, sede di alcune delle grotte più famose del Salento, prima fra tutte la Grotta della Zinzulusa (ho avuto modo di visitarla anni fa e di fare anche un tuffo nelle acque azzurre poco distanti dal suo ingresso!).

Borgo e Belvedere di Castro

Vicoli in fiore, tre ruote parcheggiati di fronte ai portoni, case basse dalle porte azzurre, panorami con orizzonti che sembrano infiniti: ecco un piccolo riassunto fotografico di Castro!

Cosa vedere a Castro: Chiesa Bizantina

La Chiesa principale di Castro è la Chiesa dell’Annunziata, a cui è annesso anche il Palazzo Vescovile. Si tratta di una struttura in stile romanico, anche se molto rimaneggiata durante i vari restauri effettuati nel corso dei secoli. Lateralmente è possibile notare alcuni resti di una antica Basilica Bizantina, costruita su una precedente struttura paleocristiana.

Mura Messapiche

Prima dell’insediamento greco, Castro fu città Messapica ed oggi ne sono testimonianza le imponenti mura che ne circondano il borgo superiore e che è possibile percorrere in una splendida passeggiata vista mare.

Visitare Castro: Castello Aragonese e Museo Archeologico

Il castello è stata la vera scoperta della nostra mezza giornata a Castro, non solo perché effettivamente è molto ben tenuto, ha una vista panoramica da invidia e conserva resti archeologici molto importanti (primo fra tutti il busto di Atena) ma anche per la cura con cui si viene invitati alla sua scoperta. Vi accompagneranno in una visita guidata che vi farà scoprire il castello e la storia di Castro, raccontata attraverso i resti presenti nel Museo Archeologico, dal Paleolitico fino al dominio Ottomano.
Molto interessante anche il video sul ritrovamento del busto di Atena.

Informazioni su orari e costi.

Cosa fare a Castro: aperitivo al Bar Fonte dei Messapi

Il modo migliore per concludere la visita di Castro Superiore è fermarsi a fare un aperitivo al Bar Fonte dei Messapi: piatti a base di pesce ed un buon Aperol Spritz per rifocillarsi dopo la visita del borgo!

 

Seguimi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Ti potrebbe interessare anche

Vacanza in Salento: cosa vedere in quattro giorni di primavera

Tutti collegano il Salento al mare e alle vacanze estive ed è sicuramente una delle mete balneari più famose d’Italia. Io però non amo la ...