Home -> roma -> Ponte Flaminio: omaggio del Fascismo all’Impero Romano

Ponte Flaminio: omaggio del Fascismo all’Impero Romano

Ponte Flaminio è da sempre uno dei miei ponti preferiti di Roma, uno dei più settentrionali tra tutti i ponti che attraversano il Tevere nel centro della città. Non so dirvi cosa mi colpisce realmente di questo ponte, sono certa che quelli nel centro di Roma possano essere considerati oggettivamente più belli, eppure io amo questo ponte dal primo momento in cui l’ho percorso con la macchina, amore che mi ha spinto a raggiungerlo a piedi in modo da poterlo attraversare con calma e fotografare.

Venne costruito negli anni 30-40, su volere di Benito Mussolini (la struttura infatti ricorda molto le opere del fascismo italiano) per adeguare le strade alle esigenze di traffico crescente: per uscire dalla città verso nord si poteva utilizzare il solo Ponte Milvio.

Il progetto fu affidato ad Armando Brasini e ad Aristide Giannelli ed il ponte venne ultimato dopo la fine della seconda guerra mondiale. Negli anni 60 venne ristrutturato a causa di un cedimento di parte del manto stradale.

Caratteristiche di Ponte Flaminio

Ponte Flaminio è lungo circa 255 metri e largo 27 metri, è costruito su cinque arcate, interamente di calcestruzzo rivestito di travertino bianco. I due marciapiedi laterali sono sopraelevati rispetto alla carreggiata stradale e sono decorati da aquile monumentali e lampioni. Le aquile simboleggiano la potenza militare dell’impero romano e, secondo le idee di Mussolini, la grandezza dell’Italia che lui stava creando. Nel progetto iniziale, al centro del ponte era prevista un grande arco, come richiamo delle antiche vie consolari.

Il ponte unisce i quartieri Parioli e Tor di Quinto ed è attualmente attraversato da Corso Francia.

Ponte Flaminio: curiosità

Il Ponte è ripreso in numerosi film, tra cui Caro Diario di Nanni Moretti  e Tre metri sopra il cielo.

Per ulteriori informazioni vi consiglio di consultare i seguenti siti:

 

– Torna all’elenco dei luoghi d’interesse di Roma – 

Se vuoi qualche consiglio su cosa vedere a Roma e dintorni consulta la mappa!!!

 

 

Seguimi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Ti potrebbe interessare anche

Il Ponticello: pinsa e birra artigianale a Roma (zona San Paolo)

Adoro mangiare la pizza a pranzo ma è davvero raro trovare dei locali che la offrono. Che poi chissà perché è convenzione che la pizza ...

San Carlo al Corso

San Carlo al Corso

La Chiesa, conosciuta come San Carlo al Corso, ma il cui nome ufficiale è Basilica dei Santi Ambrogio e Carlo al Corso, è una delle ...