Home -> #asoloblogtour -> Cosa e dove mangiare nel territorio della Pedemontana Trevigiana

Cosa e dove mangiare nel territorio della Pedemontana Trevigiana

Chi mi conosce e legge abitualmente il mio blog sa che, in ogni viaggio, il cibo è per me uno degli aspetti fondamentali, un po’ per il mio essere molto golosa e curiosa, un po’ per la funzione che attribuisco al cibo stesso, come tramite diretto verso la cultura e le abitudini di un luogo.
Poteva essere diversamente in Veneto? Durante #AsoloBlogTour, il week end organizzato da Bell’Asolo e Discovering Veneto in collaborazione con l’Associazione Italiana Travel Blogger (di cui faccio orgogliosamente parte), e dedicato alla scoperta del territorio di Asolo, San Zenone degli Ezzelini e Fonte, ho avuto modo di assaporare i prodotti offerti da una generosa terra veneta e lavorati con maestria da artigiani locali. Il paradiso del Km0! Degustar formaggi e sapere che sono prodotti esclusivamente dal latte delle mucche che pascolano li accanto è quanto di più rassicurante e promettente ci possa essere. E se poi al primo morso è tutto buono e non solo “sano” si è raggiunto il culmine della perfezione enogastronomica!

Ma veniamo a noi. Cosa e dove mangiare nel territorio della Pedemontana Trevigiana?

Noi abbiamo attraversato la zona su di una bicicletta, lungo il Sentiero degli Ezzelini e visitato il Centro Storico di Asolo passeggiando tra i vicoli.
In due giorni abbiamo assaggiato (e anche più di assaggiato):

  • Formaggi tipici della zona, come il Bastardo, il Morlacco, le Mozzarelle etc. Ne abbiamo avuto un primo “morso” direttamente all’Azienda Agricola Muncio (vincitrice di diversi premi regionali) che ci ha poi rimpinzato anche durante il pranzo. Devo ammettere che sebbene io ami praticamente tutti i formaggi, il Morlacco è entrato nel mio cuore! Si tratta di un formaggio a latte crudo, dal sapore fresco ed intenso, che ben si sposa con la marmellatta di radicchio (un altro prodotto tipico della zona). Ne ha fatto il bis anche Corrado, che di formaggi non ne mangia praticamente mai, stupendosi di quanto sapesse di latte “vero”! Un capolavoro da non perdere!Cosa e dove mangiare nel territorio della Pedemontana Trevigiana Cosa e dove mangiare nel territorio della Pedemontana Trevigiana
  • Acqua di Fonte. Non prendetemi per matta, ma vi sto proprio parlando di acqua minerale, sia liscia che frizzante, che abbiamo avuto modo di assaggiare direttamente all’azienda che la imbottiglia, oltre che nei vari ristoranti dove abbiamo cenato e pranzato. Sentire il racconto della passione che ha spinto la famiglia Reginato a creare da questo prezioso elemento naturale una rivalorizzazione del territorio è stato a dir poco interessante. E l’acqua è davvero ottima.Cosa e dove mangiare nel territorio della Pedemontana Trevigiana
  • Carne di Coniglio, cucinata alla perfezione, e salumi, talmente teneri da sciogliersi in bocca. Non so quante fette di lardo, di salame e di prosciutto sono riuscita a mangiare, ne ho perso il conto quando una mano non bastava più a tenerne traccia.Cosa e dove mangiare nel territorio della Pedemontana Trevigiana Cosa e dove mangiare nel territorio della Pedemontana Trevigiana
  • Polenta, tanta e vera, accompagnata con funghi ma ottima anche da sola! Uso il termine vera perchè venendo dalla Calabria, sono abituata alla Polenta precotta dei supermercati. Ecco, un sapore totalmente diverso, un gusto deciso ed una consistenza cremosa ma densa.
  • Funghi e castagne. In autunno i boschi son pieni di funghi e la qualità è talmente alta da non aver bisogno di cotture particolari. E poi con la polenta sono eccezionali. Sulle castagne, bè, che dire: enormi e gustosissime, cotte sul fuoco come insegna la tradizione. Da 10 e lode!Cosa e dove mangiare nel territorio della Pedemontana Trevigiana
  • Prosecco. Le colline asolane sono il paradiso dei vitigni, da cui si ricavano ottimi vini ed un ancor più ottimo Prosecco Docg. Voi sapete che io amo le bollicine e la degustazione all’Azienda Dal Bello, con annessa visita alla cantina e spiegazione su tutta la filiera produttiva, è stata davvero il top.
    Di prosecco in due giorni ne abbiamo bevuto in diversi momenti e devo ammettere che ricordo con particolare piacere il cocktail di questo periodo: il Tintoretto, succo di melograno e prosecco, fratello un po’ meno noto del Bellini. Io l’ho assaggiato al Caffè Centrale, accompagnato da ottimi dolcetti, ma si può trovare un po’ ovunque: i cocktail a base di prosecco e frutta sono tipici della zona e variano a seconda della stagionalità. Bisognerebbe ritornare in ogni stagione ed assaggiarli tutti (io l’ho già messo in programma per il prossimo anno 🙂 )!Cosa e dove mangiare nel territorio della Pedemontana Trevigiana Cosa e dove mangiare nel territorio della Pedemontana Trevigiana
  • Olio extravergine d’Oliva dei Colli Trevigiani, da aggiungere a crudo sulle varie preparazioni e perfetto con del buon pane fresco (penso di aver mangiato una pagnotta intera tanto che mi è piaciuto!)Cosa e dove mangiare nel territorio della Pedemontana Trevigiana
  • Zucca e altri ortaggi, buoni con gli gnocchi o in zuppa; risotti di varia natura; dolci e crostate con uva e marmellate fresche
  • …e tanto tanto altro resterebbe da scoprire ed assaggiare… 🙂

E se ora volete sapere dove poter mangiare tutte queste leccornie vi suggerisco i 3 ristoranti che abbiamo avuto modo di provare; tutti ottimi, con piatti che al solo ripensarci mi fanno venir fame!

Trattoria dai Fruts

Un locale ampio e accogliente, con un bellissimo camino centrale sul quale vengono cotte al momento le castagne.
Dopo un antipasto immenso a base di formaggi, affettati, musetto e funghi, serviti con del rafano, polenta e funghi grigliati, etc… abbiamo assaggiato del Coniglio al sugo con patate al forno. Il tutto irrorato dall’immancabile prosecco e da vino rosso locale. Per chiudere il pasto, delle castagne arrosto, un dolce alle mele, del vino novello dolce, un caffè e del distillato di uva nel residuo di caffè.
Risalire in bicicletta è stato piuttosto difficile ma il pranzo è stato davvero fenomenale. Sicuramente da tornarci con più calma.

Cosa e dove mangiare nel territorio della Pedemontana Trevigiana Cosa e dove mangiare nel territorio della Pedemontana Trevigiana
Indirizzo: Via Piovega, Paderno del Grappa TV
Telefono:0423 949310

 

Enoteca da Nino

L’accoglienza è stata perfetta: un aperitivo davanti al camino con prosecco e bruschetta al lardo. La cena ha visto sfilare sul nostro tavolo (e morire nel mio vasto stomaco) un antipasto misto, composto da olive, verdure sottolio e sottaceto varie, un salame dolce (che forse è uno dei più buoni mai assaggiati), pancetta arrotolata, insalata di carciofi in carpaccio (che non è un piatto che in realtà amo molto) e del Pan Boji (una ricetta tipica a base di pane, uova, olio e formaggio, che già da sola vale l’intera cena). Come primo io ho preso una Zuppa di Verza e Patate, buona ma non eccezionale, per i miei gusti poco saporita, mentre Corrado ha optato per il risotto con i funghi, ben condito anche se un po’ troppo al dente.
Da bere del Vino Bianco dei Colli Asolani che scendeva giù come fosse acqua 🙂
Per chiudere la cena, diversi tipi di crostate, castagne arrosto ed un amaro.
Durante la cena abbiamo avuto modo di chiacchierare anche con Nino, il proprietario, che ci ha raccontato il nascere della sua passione per il Vino e l’enogastronomia, i sacrifici fatti lavorando in Canada per mettere da parte il gruzzoletto necessario per aprire il locale, e poi i risultati prestigiosi raggiunti, dal ruolo di giudice nella commissione esaminatrice dei vini francesi (un italiano a giudicare i vini francesi è roba grossa…) fino al successo del suo ristorante, che si basa sul passaparola e non su strategie di marketing.

Cosa e dove mangiare nel territorio della Pedemontana Trevigiana Cosa e dove mangiare nel territorio della Pedemontana Trevigiana IMG_2502_602x401

Indirizzo: Piazza S. Pietro, 3, Fonte TV
Telefono:0423 946289

Osteria al Bacaro
Divertente l’indicazione fuori dal locale, “in questa osteria si organizzano corsi di recupero per astemi”, decisamente in linea con la regione di prosecco e buoni vini, il Bacaro, con i suoi bei tavoli in legno scuro, offre cucina tipica veneta basata sulle antiche tradizioni contadine.
Noi ci siamo fermati per un rapido pranzo ed abbiamo scelto di assaggiare solo un primo. Il menù offre la possibilità di abbinare il formato di pasta ad uno dei condimenti, secondo i proprio gusti: Gnocchi alla Zucca, per me, e Bigoli al ragù di anatra, per Corrado. Entrambi ottimi. Peccato non aver potuto assaggiare i vari antipasti proposti ed i secondi: dal menù, e dai piatti che sfilavano in direzione di altre persone o altri tavoli, sembrava davvero tutto più che buono. Ambiente accogliente e personale molto cortese e disponibile.
Cosa e dove mangiare nel territorio della Pedemontana Trevigiana Cosa e dove mangiare nel territorio della Pedemontana Trevigiana
Indirizzo: Via Browning, 165, 31011 Asolo TV
Telefono:0423 55150

 

Seguimi

3 commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Ti potrebbe interessare anche

visitare verona montagnadiviaggi

Visitare Verona: i consigli di #inviaggiocoiblogger

Dopo esser volati fino alla bella capitale francese, questa settimana #inviaggiocoiblogger vi dà tanti suggerimenti per visitare Verona, la città italiana famosa nel mondo per ...

Ecoturismo Tevere Farfa

Che cos’è un Ecoturismo? Perchè non Agriturismo? Quale sarà mai la differenza? Me lo sono chiesta prima di decidere di pranzare all’Ecoturismo Tevere Farfa, durante ...