Home -> #inviaggiocoiblogger -> Visitare Roma: i consigli di #inviaggiocoiblogger

Visitare Roma: i consigli di #inviaggiocoiblogger

Scegliendo Roma come meta di #inviaggiocoiblogger ho giocato un po’ in casa. Sono 10 anni che vivo qui e come sapete, dato che lo ripeto spesso, amo Roma nonostante le evidenti difficoltà che la città comporta. Me ne sono innamorata così tanto che negli ultimi anni le ho dedicato molto del mio tempo libero: non finisce mai di stupirmi e, di certo, non avrò mai visto tutto. Ho creato una MAPPA dove colleziono tutti i luoghi che ho avuto modo di visitare e di cui vi ho parlato nel blog. Ma non ho mai scritto un post su cosa vedere a Roma. Non credo ne sarei capace, verrebbe una sorta di enciclopedia. E allora l’ho chiesto ad altri, a blogger romani e non. Visitare Roma con loro sarà anche per me una splendida scoperta! Partiamo!

Visitare Roma

Roma. La Capitale.
L’ho sempre amata. Dalla prima volta che ci ho messo piede, da piccola, insieme a mio padre.
Avendo parte della famiglia a Gaeta, da cui Roma dista solo un’oretta, ho avuto modo di trascorrere qualche giornata in giro per la Capitale parecchie volte.
Roma è un’emozione ogni volta.
La bellezza di questa città è spiazzante. La sua maestosità lascia sempre senza fiato.
Quando si va a Roma bisogna essere pronti a camminare. I chilometri da macinare sono tantissimi, ma girare per le strade tra Piazza di Spagna, la Fontana di Trevi, passando per l’incredibile Colonna di Marco Aurelio, il Pantheon e Piazza Navona è una soddisfazione unica.
C’è una cosa che mi sento di consigliarvi: andate al Colosseo e ai Fori Imperiali al tramonto.
La bellezza dell’Antica Roma vi si paleserà davanti in tutto il suo splendore. Le sfumature di rosa, arancione e giallo, rendono tutto magico. È un’emozione che non vi scorderete facilmente.
A Roma c’è un’altra cosa che non dovete perdervi: i Musei Vaticani.
Le code sono lunghissime e conviene acquistare i biglietti in anticipo. I Musei Vaticani sono stupendi e non vi basterà una giornata per vederli davvero per intero. Qui potrete anche ammirare la Cappella Sistina: almeno una volta nella vita dovete vederla. Vi lascerà senza fiato.
Poco fuori Roma c’è un’altra meraviglia: Ostia Antica.
Il sito è conservato benissimo. Ricordatevi cappellino e acqua se andate durante l’estate!
Se volete gustare qualche specialità tipica romana, allontanatevi di qualche chilometro dal centro di Roma e fate un salto a Frascati e ad Ariccia.
A Frascati godetevi il panorama sulla Capitale sorseggiando un bicchiere del loro ottimo e famoso vino bianco. Ad Ariccia, sedetevi in una fraschetta e godetevi della buona e sana porchetta.

https://viaggichemangi.com/

Cosa vedere a Roma

Via Appia Antica nasconde ancora tantissimi tesori, nonostante altrettanti siano stati portati via. Il mausoleo degli equinozi è uno di questi: situato in una villa privata e visitabile solo grazie a visite guidate, è un luogo ancora magico.

http://www.consiglinviaggio.it/2016/11/29/roma-mausoleo-degli-equinozi/

Dare dei consigli su cosa fare e vedere a Roma è molto difficile: la Città Eterna è enorme e così ricca da non poter essere conosciuta nemmeno dopo una vita.

Mi limito a darvi qualche chicca, parte del repertorio delle mie preferenze. Escludiamo, quindi, Colosseo, Vaticano e chi più ne ha più ne metta.

  1. Garbatella. Garbatella è il mio quartiere, quello in cui vivo ormai da 10 anni. Bisogna essere persone particolari per apprezzarlo, visto che si impone, a prima vista, nella sua “sgarrupatezza”. Andate oltre il cliché, fatto di Cesaroni, gazometri e fantasmi di Pasolini, e camminate tra le viuzze nascoste del luogo più popular-chic di Roma. Non ve ne pentirete
  2. Appia Antica. Non troppo lontana dalla Garbatella, è probabilmente la via più bella del mondo. Provate a non pensarlo camminando tra pini a ombrello, mausolei e reperti archeologici che sbucano da ogni parte.
  3. Teatro di Marcello. Sembra un Colosseo in miniatura, un fratello minore del celeberrimo anfiteatro. È di una bellezza abbacinante, anche se in una posizione “dimessa” rispetto ai monumenti più famosi. Si trova a due passi dall’Altare della Patria e, girandoci intorno, vi ritroverete nel quartiere ebraico, uno dei più affascinanti della città.
  4. Terme di Caracalla. Situate nei pressi di Circo Massimo, vi sorprenderanno con la loro incredibile monumentalità. Qui si fondono la storia dell’antica Roma, la natura della capitale (il verde è onnipresente) e l’immaginazione. Cosa c’è di più magico di una camminata laddove, prima di noi, facevano il bagno imperatori, patrizi e atleti?
  5. Ostia Antica. La sacralità del luogo si fa rispettare da subito: l’ingresso è infatti segnato dalla millenaria necropoli, le cui tombe si ergono silenziosamente su un’erba che si ha l’impressione conosca i segreti del luogo.

Vi ho convinti a fare una giro differente? www.italiaterapia.com

“Cambia prospettiva. La strada è il tuo nuovo museo” questo è il claim con cui il Comune di Roma ha voluto lanciare un nuovo percorso turistico per consentire a turisti e cittadini di riscoprire la città da un punto di vista diverso. Noi abbiamo raccolto l’invito e ci siamo immersi nella colorata, divertente e impegnata street art della capitale partecipando a un tour a Tor Pignattara che ci ha fatto scoprire che il muralismo non è un semplice maquillage urbano ma un potente mezzo di comunicazione tra l’artista, i residenti e i curiosi di passaggio!
https://www.turistadimestiere.com/2017/02/street-art-a-roma-i-murales-di-tor-pignattara.html

Cosa fare a Roma

Gatti davvero insoliti quelli che ha incontrato al Colosseo Simonetta Clucher- Sulle Strade del Mondo che in questo post ci racconta il suo personale rapporto con l’Anfiteatro Flavio.

http://sullestradedelmondo.blogspot.it/2018/02/il-colosseo-ed-io.html

ViaggioloGi consiglia una chicca per viaggiatori e amanti dei gatti. Non è il classico cat cafè tipico dei paesi asiatici, ma in pieno stile con la millenaria storia di Roma: scavi archeologici “abitati” dai gatti. Non perdete Torre Argentina!

Non sono romana, ma ho Roma nel cuore. Anni fa ho avuto modo di passare molto tempo in questa meravigliosa città e mi sono divertita ad esplorarla. Ho così scoperto che Roma è si la città eterna, con i monumenti, i musei e i resti archeologici che ci ricordano il suo grande passato; ma è anche una città con dei bellissimi parchi perfetti per una passeggiata, un pic nic o una corsa per tenersi in forma.
Non c’è visita turistica di Roma che non includa una puntatina al parco di Villa Borghese. Alzi la mano chi tra voi non ha mai salito le rampe del Pincio da Piazza del Popolo per ammirare il laghetto con le anatre e le barchette.
Il Parco di Villa Borghese è bello e molto frequentato, probabilmente per la sua vicinanza al centro, ma Roma offre altri parchi molto belli. Primo tra tutti, il vastissimo Parco di Villa Dora Pamphili che rappresenta un’oasi di verde nella parte occidentale del Gianicolo.
Per gli amanti della storia invece diventa immancabile una passeggiata al Parco degli Acquedotti o al Parco della Caffarella, entrambi inclusi nel Parco Regionale dell’Appia Antica e ricchi di suggestive testimonianze architettoniche.

https://rafaroundtheworld.com/2018/01/11/passeggiando-per-i-parchi-di-roma/

Poteva capitare solo a noi di andare a Roma e trovare la neve! Perciò ecco una piccola guida in 10 passi per sopravvivere a questa atipica ondata di gelo. Fra carbonara a Trastevere, visite a gallerie d’arte e shopping nelle librerie indipendenti, ecco 10 cose che vi manterranno felici anche al freddo.

viaggipossibili.it/2018/03/02/piccolo-manuale-di-sopravvivenza-a-un-inverno-romano/

Uno dei consigli che intendo fornire a coloro che visitano Roma e desiderano viverne l’autenticità, o meglio la vita quotidiana degli abitanti del posto, è quello di visitare i mercati locali.
Per fare ciò bisogna spostarsi leggermente dal centro ma comodamente in metro e raggiungere alcuni quartieri semiperiferici. In realtà esistono mercati rionali anche molto centrali ma la loro posizione purtroppo ne ha intaccato la genuinità rendendoli in parte o totalmente turistici.
Ogni quartiere ha uno o più mercati rionali dove i locali vi si recano giornalmente per acquistare generi alimentari e prodotti di altro tipo. Suggerisco di fare un salto al “Mercato del Quadraro“, il cui vero nome è Tuscolano III, in modo da poter aver una visione reale dell’atmosfera popolare che si respira nella Roma non turistica.
Il mercato è coperto e sono presenti numerosi banchi espositivi con prodotti freschi e a prezzi concorrenziali rispetto ai supermercati. All’esterno, lungo la strada e la piazza situata a pochi metri, trovano collocazione altre bancarelle dove comprare di tutto e di più. Il Mercato del Quadraro è facilmente raggiungibile mediante la linea A scendendo alle fermate di Numidio Quadrato o Lucio Sestio.
Giungere fin qui è un’ottima idea anche per dedicarsi allo shopping in quanto il tratto della Tuscolana che va dalla metro Porta Furba a Subaugusta è una delle mete preferite dai romani. Inoltre per chi intende rilassarsi può visitare il vicinissimo Parco degli Acquedotti, un parco molto bello ed unico nel suo genere per la presenza di ben 7 acquedotti.

Viaggiatori Low Cost

Visitare Roma con i bambini

Quando si parla di Roma e della sua storia è inevitabile pensare al Colosseo, uno dei monumenti più conosciuti al mondo. Chi viene a Roma non può non visitarlo eppure, se si è con dei bambini piccoli, l’idea non appare particolarmente allettante. E se vi dicessi che io una mattina di sabato ci ho portato i miei piccoli di 1 anno e 4 anni e che l’esperienza è stata piacevole?
Già perché grazie a una startup romana, Tikidoo, siamo riusciti a fare un tour di 2 ore del Colosseo con guide esperte che usavano un linguaggio adatto ai miei piccoli, abbiamo consumato  merende biologiche e abbiamo persino provato la realtà virtuale con visori di ultima generazione.

peekabootravelbaby.it/colosseo-con-bambini/

Dove mangiare a Roma

Chiunque abiti a Roma vi dirà che è una città caotica, così enorme che spesso divide, sporca, poco organizzata… Per non parlare della disfunzionalità dei mezzi e la metro inesistente. Ognuno di noi nutre una sorta di amore/odio nei confronti di questa città. La odi perché rimani imbottigliato nel traffico senza sapere quando e se mai riuscirai a tornare a casa, ma poi rimani estasiato davanti a bellezze come il Cupolone o il Colosseo. Non si può fare a meno di pensare di essere davvero fortunati di vivere in una città con una cultura millenaria e monumenti di una bellezza da invidiare a chiunque. Non basta una vita per visitare Roma, ma una città può essere conosciuta anche tramite la propria cucina. A tal proposito non posso che consigliarvi un’osteria storica che amo che si trova proprio a Campo de’ Fiori, l’Osteria da Fortunata. In questa osteria potrete mangiare i piatti della tradizione romana e udite udite…! Tutti i tipi di pasta che trovate nel menù sono fatti in casa e preparati al momento! I piatti sono sostanziosi e generosi nel condimento. Un consiglio spassionato che vi do è quello di prenotare con largo anticipo perché il locale è piccolo e super affollato!

https://floinviaggio.com/2018/03/01/osteria-da-fortunata/

Se ti è piaciuto il post “Visitare Roma: i consigli di #inviaggiocoiblogger” condividilo sui social e non perderti il prossimo appuntamento! Parleremo di… Porto!!
p.s.: se sei un blogger, non necessariamente di viaggio e hai suggerimenti (su luoghi, cibo, cucina, negozi, libri, film etc…) su Porto, contattami in privato! Ed inscriviti al gruppo facebook creato appositamente per #inviaggiocoiblogger!
Seguimi

13 commenti

  1. Roma e´ sempre Roma: ci sono andata solo una volta ma mi sa che e´ il caso di ritornarci. Sicuramente dovro´ un tour a Tor Pignattara e ai Musei Vaticani sara´ da fare!

  2. Certo che è incredibile: quando so in anticipo la città prescelta non ho niente da dire perché non ci sono stata (tipo Porto), e quando invece avrei voluto partecipare lo scopro in ritardo! Che sfiga -.-‘ A Roma ci sono stata un po’ di volte; l’ultima novembre, una settimana molto intensa dove ho scoperto tantissime cose che neanche potevo immaginare (tante sono già sul blog, ma di Roma non si finirebbe mai di scrivere, vero?). Con questo tuo post e grazie a tutti i partecipanti, ne ho scoperte moltissime altre! Molto bello davvero 🙂

    • Peccato! Dai Agnese, magari partecipi alle prossime mete! Dopo Porto ci sarà un post sulle Tradizioni di Pasqua in Italia e nel Mondo e poi un post sui viaggi in treno! Che ne dici?

  3. Sono stata a Roma diversi anni fa visitando i luoghi più turistici e perciò non conosco molti dei posti consigliati. La città ha così tante cose da vedere 🙂

  4. mi vergogno un pochino, mentre leggevo il post guida alla città eterna, perché mi sono resa conto di quanto poco la conosco. Ci sono stata una vita fa e ho visto pochissimo!
    cercherò di tornarci magari in una stagione che non la veda iper affollata, proprio per godermela appieno!

  5. Roma ha sempre un gran fascino, ma sono passati ormai troppi anni dall’ultima volta che ci sono stata. Prima o poi mi deciderò a tornare !

  6. Ecco, la prossima volta che scendo a Roma so già che la sgarrupatezza della Garbatella è Tor Pignattara saranno meta della mia curiosità 😉
    Ester

  7. Quanti bei consigli utili! 🙂 E’ vero, pur abitandoci Roma non si finisce mai di scoprire! 🙂

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Ti potrebbe interessare anche

Il Medioevo a Roma: una visita teatralizzata

Inutile dire che partecipare ad una visita guidata è un’esperienza totalmente diversa dal semplice girovagare “profano” per le vie di Roma, come in qualunque altro ...

Il Ponticello: pinsa e birra artigianale a Roma (zona San Paolo)

Adoro mangiare la pizza a pranzo ma è davvero raro trovare dei locali che la offrono. Che poi chissà perché è convenzione che la pizza ...