Home -> #RotolandoVersoSUD -> Pizzo e Tropea, la Costa Tirrenica Calabrese

Pizzo e Tropea, la Costa Tirrenica Calabrese

Sono originaria della Calabria, per la precisione di Catanzaro che, come forse già saprete, è situata a pochi chilometri dalla Costa Jonica. Per motivi di vicinanza e perché tutto sommato quel tratto di costa mi piace tantissimo, è la zona che conosco meglio, nonostante sia poco nota a chi non è di zona.
Molto più famosa (e di conseguenza piena di turisti, sopratutto in alta stagione) è la Costa Tirrenica, le cui città più conosciute sono indiscutibilmente Pizzo e Tropea.

Due luoghi bellissimi e molto frequentati, per motivi diversi, che anche io ho visitato più volte nel corso degli anni. E, se posso darvi un consiglio visitate entrambi i borghi, sono posti splendidi, ma, se potete, andateci in bassa stagione, godrete maggiormente delle loro bellezze. E se adorate il mare e non volete rinunciare ad un bagno nelle limpide acque calabresi, ricordatevi che in Calabria è estate da maggio a settembre 🙂

Pizzo e Tropea Pizzo e Tropea

Ad agosto troverete così tanta gente che diventa tutto complicato: arrivare, parcheggiare, trovare un angolo libero in spiaggia etc; oltre che, la presenza di troppe persone, rende l’acqua meno limpida di quello che vi sembrerà guardandola dall’alto. Non è sporca, è semplicemente mossa dalla calca di gente che si affolla in pochi metri di spiaggia.

A maggio/giugno o a settembre invece potrete godervi Pizzo e Tropea in serenità e rilassarvi ammirando un mare così limpido da sembrare finto.

Cosa vedere a Pizzo e Tropea

Pizzo e Tropea non sono solo mare (anche se già da solo basterebbe per decidere di andare in queste zone). Ci sono altre piccole cose che vale la pena scoprire durante una giornata nei due borghi.

Prima di tutto, sono molto vicini ed è quindi possibile visitarli nella stessa giornata, unito al fatto che si tratta di piccoli borghi, percorribili a piedi in pochi minuti. Sono entrambi arroccati su di una roccia a strapiombo sul mare, con un panorama mozzafiato sulla costa.

Cosa fare e vedere a Pizzo
  • Chiesa della Madonna di Piedigrotta: poco prima di entrare nel borgo storico di Pizzo, si trova la Chiesa della Madonna di Piedigrotta la cui particolarità è di esser stata ricavata scavando una montagna proprio di fronte al mare. Al suo interno è tutto realizzato in pietra: altare, statue, decori e scale, e la luce proviene da fessure aperte nella montagna stessa. Si racconta che alcuni marinai, dopo esser approdati in questo luogo salvandosi da una brutta bufera, iniziarono a scavare nella roccia per creare una chiesa.
    Informazioni su costi e orari di apertura.

Pizzo e Tropea

  • Castello di Gioacchino Murat: sorge a picco sul mare, nel centro storico di Pizzo, il castello dove venne imprigionato, processato e giustiziato Gioacchino Murat. Al suo interno, sono ricostruite le celle e le vicende che hanno condotto Murat fino alla morte.
    Informazioni su costi e orari di apertura.

Pizzo e Tropea Pizzo e Tropea Pizzo e Tropea 14

  • Piazza e Belvedere: come vi ho già detto, Pizzo sorge a picco sul mare ed ha una piazza enorme circondata di locali e ristorante che potrete percorrere fino a raggiungere il Belvedere. Affacciatevi da questo punto per ammirare il vicino Castello e la costa sottostante.

Pizzo e Tropea Pizzo e Tropea 13 Pizzo e Tropea

  • Vicoli: come tutti i piccoli borghi, anche Pizzo si sviluppa lungo una serie intricata di vicoli e vicoletti. Percorreteli senza una destinazione precisa ed osservate le case basse ed antiche che li formano. In molti di questi vicoli oggi troverete negozietti di artigianato locale e di souvenir.

 

  • Tartufo artigianale: è il motivo principale per cui normalmente si viene a Pizzo, mangiare il Tarfufo Artigianale. Oggi è famoso in tutto il mondo, viene prodotto industrialmente anche da grandi marche del settore ed esportato in via un po’ più artigianale da piccole aziende di Pizzo. Qua potrete però mangiare l’unico ed originale Tartufo di Pizzo Artigianale: assolutamente imperdibile. Sedetevi ad uno dei bar in piazza e scegliete uno dei gusti tradizionali: Tartufo Bianco, Tartufo nero, Nocciola imbottita, Pistacchio imbottito… potete gustarlo da solo o affogato con il caffè o con il liquore. Provateli tutti e fatemi sapere quale è il vostro preferito!!! 🙂

Pizzo e Tropea Pizzo e Tropea 17

Cosa fare e vedere a Tropea
  • Piazza e Belvedere: la cosa più bella di Tropea è in assoluto il mare. Guardarlo da una delle sue piazze e dai balconcini a picco sulla roccia è qualcosa che lascia davvero senza fiato. Vi accorgerete che le immagini pubblicitarie che si vedono spesso della Costa Tirrenica non sono assolutamente ritoccate: qua, il mare, è pura magia.

Pizzo e Tropea Pizzo e Tropea

  • Vicoli: così come accade a Pizzo, anche Tropea è un borgo fatto di vicoli stretti, con negozi di souvenir e di tipicità calabresi, che d’improvviso si aprono in enormi piazze con vista sul mare.
  • Chiesa di Santa Maria dell’Isola: è la cartolina tipica di Tropea. Uno scoglio enorme ed altissimo, situato proprio di fronte al borgo antico, ospita un santuario dedicato alla Madonna. Per raggiungerlo occorre percorrere tantissimi gradini 🙂 ma la vista da lassù è ancora più spettacolare.
    Informazioni su costi e orari di apertura.

Pizzo e Tropea Pizzo e Tropea 20

  • Cipolla: potevo non citarvi una delle più note specialità della zona? 🙂 La cipolla di Tropea, con la sua dolcezza caratteristica, è uno dei prodotti TOP della costa. Ne troverete trecce enormi in tutti i negozietti (anche se a dire il vero non sempre è la “vera” cipolla di Tropea) e nei locali della città sicuramente potrete degustarla in tutte le salse: pasta, arancini, pizze, calzoni etc, il più delle volte accompagnate da un’altra tipicità della zona, la ‘nduja di Spilinga!

Pizzo e Tropea

Pizzo e Tropea sono due luoghi davvero speciali. Anche d’inverno, quando il sole è comunque spesso alto in cielo, valgono una bella passeggiata. Perché si sa, che il mare d’inverno ha un aspetto ancora più bello.

Pizzo e Tropea

6 commenti

  1. Bellissimo articolo che mi riporta alla mia amata Calabria! Devo girarla meglio anche io.. siamo abituati ad andare sempre fuori tralasciando i nostri tesori a portata di mano!

    • Hai perfettamente ragione Laura. Esistono tante meraviglie intorno a noi che meritano assolutamente di essere scoperte e valorizzate!

  2. Io conosco meglio la Costa ionica perche´ andavo sempre in vacanza a Capo Rizzuto e poi ho fatto un paio di stagioni a Simeri Mare. La Costa tirrena la conosco davvero poco (a parte Tropea e Villa San Giovanni per prendere il battello per la Sicilia). Grazie per le dritte: vuol dire che la prossima volta visitero´ meglio questa parte! 🙂

    • In effetti anche io vado più spesso sullo Ionio, ma il Tirreno mi piace particolarmente, forse perchè amo molto le coste rocciose più che quelle sabbiose. Comunque Capo Rizzuto è uno dei luoghi che amo di più!

  3. Il post perfetto per me perché a settembre sarò per la prima volto in Calabria e soggiornerò a Tropea! Grazie:) Il post l’ho salvato per rileggere ancora prima di partire:)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Ti potrebbe interessare anche

Mongiana

Mongiana: le Reali Ferriere ed Officine Borboniche

Mongiana è un piccolissimo comune (conta meno di 1000 abitanti) in provincia di Vibo Valentia, in Calabria. Pochi sanno che la sua nascita è legata ...

Complesso monumentale del San Giovanni

Complesso monumentale del San Giovanni a Catanzaro

Parlarvi del Complesso monumentale del San Giovanni a Catanzaro, significa raccontarvi un po’ la storia della città. Devo ammettere, e me ne dispiaccio tanto, che ...